L’elettrificazione rurale in Perù e il ruolo di Ergon

L’accesso all'energia è considerato una condizione minima per lo sviluppo delle popolazioni e la sua disponibilità è associata al miglioramento delle condizioni di istruzione, salute e sicurezza e all'incremento delle attività produttive. L’accesso all'energia rappresenta uno dei pilastri nella lotta contro la povertà a livello universale, per questo il governo di Lima si è impegnato a coprire il gap nella rete elettrica entro il prossimo decennio. Una parte importante di questo processo è stata affidata alla società Ergon Perù (del gruppo Tozzi Green).


Il divario sociale e gli ostacoli geografici

Il Perù è un Paese ricco di materie prime ed è presente un forte contrasto sociale tra una minoranza tanto ricca quanto una maggioranza altrettanto povera. La divisione iniqua delle ricchezze si riversa anche sull’accesso alla rete elettrica.
Nelle zone rurali solo il 70% della popolazione ha un accesso continuo alla rete elettrica e per questo il governo di Lima si è impegnato a coprire il gap nella rete elettrica entro il prossimo decennio.
In Perù, l’accesso all’energia è reso problematico da diversi fattori, soprattutto geografici, quali la distanza tra le varie località situate nelle zone più remote e impervie, così come l’isolamento della popolazione legato alla carenza o inadeguatezza delle vie di comunicazione. La mancanza di infrastrutture stradali ha impedito di fatto l’investimento di privati in progetti legati all’elettrificazione rurale. Questo è il motivo principale che ha indotto l’intervento statale.

Il piano statale

Il governo peruviano intende ridurre il deficit elettrico che interessa l’intero territorio nazionale a partire dall’installazione di 500.000 sistemi fotovoltaici off grid (pannelli fotovoltaici dotati di storage), il cui funzionamento è garantito per 15 anni.

Il Piano Nazionale di Elettrificazione Rurale mira a fornire l’elettricità alle popolazioni più isolate attraverso l’installazione di impianti alimentati da fonti energetiche rinnovabili (in particolare un sistema costituito da un pannello fotovoltaico dotato di storage o RER).

L’installazione dei moduli solari

Questo piano ha l’obiettivo di fornire un’illuminazione per gli interni delle abitazioni e l’elettricità in unità ospedaliere o di pronto soccorso, così come scuole o centri di istruzione/formazione.

L’installazione di questi moduli solari farà sì che l’elettrificazione nelle zone rurali salirà al 96% in poco meno di cinque anni. Un risultato straordinario molto poco costoso, sia in termini economici che di inquinamento, ottenuto in un lasso di tempo ridotto rispetto a quello che sarebbe servito per adeguare ed espandere la tradizionale linea elettrica.

L’intervento di Ergon Perù

Una parte importante di questo processo è stata affidata alla società Ergon Perù (del gruppo Tozzi Green)

ERGON PERÚ si è aggiudicata i Contratti di Investimento per la Fornitura di Energia Elettrica da Fonti Energetiche Rinnovabili in Aree non Connesse alla Rete nella zona settentrionale, centrale e meridionale del Perù, tramite una gara d’appalto organizzata dal Ministero dell’Energia e delle Miniere.

L’obiettivo dell’intervento di Ergon consiste nella fornitura di energia elettrica alle abitazioni tramite sistemi alimentati da fonti energetiche rinnovabili per soddisfare il fabbisogno energetico relativo all’illuminazione e ai sistemi di informazione (radio e televisione). A trarne beneficio saranno circa 220 mila famiglie delle zone rurali di tutto il paese, incluse scuole e strutture sanitarie ubicate nei centri abitati più isolati, attualmente privi di una rete elettrica pubblica.

Le aziende Ergon Perù e TRE PERÚ

ERGON PERÚ S.A.C., in conformità al contratto aggiudicatosi, si occupa della progettazione, installazione, funzionamento, manutenzione dei sistemi fotovoltaici off grid per un periodo di quindici 15 anni, contribuendo così ad un’importante crescita del paese sul fronte energetico.

TRE PERÚ S.A.C. rappresenta il braccio operativo di Ergon Perù ed è il responsabile incaricato di tutta l’installazione degli impianti fotovoltaici a livello nazionale.

RER1

Impianto Fotovoltaico domiciliare a corrente continua (12V) che dispone di componenti interni ed esterni da installare nelle abitazioni selezionate.

L’impianto RER1 include i seguenti componenti:

  • Pannello Solare da 120Wp
  • Energy Box a corrente continua (Regolatore di carica e Batteria)
  • Quadro di distribuzione con chiavi termomagnetiche
  • Tre lampade LED (lampadine da 7W)
  • Presa di corrente per dispositivi elettrici quali radio e televisione a corrente continua (12V)
  • Presa per la ricarica per cellulari

RER2

Impianto Fotovoltaico Comunitario – RER 2 a corrente alternata (220V) costituito da componenti interni ed esterni da installare nelle strutture sanitarie che non dispongono di energia elettrica.

L’impianto include i seguenti componenti:

  • Due Pannelli Fotovoltaici da 250Wp ciascuno
  • Gruppo batterie (dodici batterie in serie da 180Ah)
  • Regolatore di carica e Inverter
  • Sistemi di Sicurezza (Messa a terra)
  • Quadro di distribuzione (Due chiavi termomagnetiche e differenziale)

RER3

Impianto Fotovoltaico Comunitario – RER 3 a corrente alternata (220V) costituito da componenti interni ed esterni da installare negli istituti scolastici che non dispongono di energia elettrica.

L’impianto include i seguenti componenti:

  • Quattro Pannelli Fotovoltaici da 250Wp ciascuno
  • Gruppo batterie (dodici batterie in serie da 360Ah)
  • Regolatore di carica e Inverter
  • Sistemi di Sicurezza (Messa a terra)
  • Quadro di distribuzione (Due chiavi termomagnetiche e differenziale)

BENEFICI SOCIALI ED ECONOMICI DEL PROGETTO WIN – WIN

Il Progetto di fornitura di elettricità con impianti fotovoltaici alle abitazioni più isolate e difficilmente accessibili genera un impatto positivo sulla popolazione interessata, la quale finalmente vede una possibilità di sviluppo per sé e per la propria area.
Ergon, orgoglioso di offrire il proprio aiuto alle popolazioni più isolate, si augura di rappresentare il punto di partenza per la realizzazione di altri progetti mirati a favorire lo sviluppo e il progresso di queste popolazioni.

  • Il servizio elettrico non solo migliora la vita delle persone nel loro lavoro quotidiano, ma genera anche la cittadinanza, la presenza statale e l’inclusione sociale.
  • L’elettricità consente l’allungamento del giorno lavorativo e facilita le attività scolastiche, contribuendo in modo significativo al diritto all’istruzione.
  • L’accesso all’elettricità consente la fornitura di attrezzature necessarie per i centri di pronto soccorso e gli interventi medici, contribuendo indirettamente alla copertura del servizio sanitario in tutto il paese. Ciò significa creare la base per il diritto alla sanità.